LazioWiki.org


SCRITTI CORSARI

L’Associazione Culturale LazioWiki, da ben dodici anni, sta ricostruendo, grazie al lavoro incessante di pochi appassionati sostenitori biancocelesti, l’intera storia della Società Sportiva Lazio. L’Associazione si finanzia da sola, non accetta alcun tipo di pubblicità ed, essendo no-profit per Statuto, destina ogni provento derivato da donazioni o dalla vendita dei suoi libri, in opere di beneficienza documentate. Lo scopo primario dell’Enciclopedia di LazioWiki è quello di far conoscere a tutti gli sportivi la storia ultracentenaria della Società Sportiva Lazio Generale e della sua Sezione Calcio, in connessione e in interazione con il parallelo contesto culturale, sociale e sportivo italiano e specialmente romano. I suoi soci-redattori non sono pagati, non sono professionisti legati al mondo della comunicazione e non hanno alcun rapporto con la dirigenza della sezione più nota della Lazio, quella Calcio.

Sono, per altro, individui che lavorano fuori del mondo sportivo e che sacrificano gran parte del loro tempo libero per mettere a disposizione di ogni laziale ogni dato storico riguardante l’antica società biancoceleste. Infiniti e qualificati sono stati i riconoscimenti che LazioWiki ha ottenuto in dodici anni di attività. Tali riconoscimenti sono la sola ricompensa che motiva i redattori a proseguire in un’attività che, per quanto gratificante, è estremamente difficile, laboriosa e…costosa. Ci giungono frequentemente ringraziamenti da parte di numerosi giornalisti sportivi che, consultando le pagine dell’Enciclopedia, trovano dati e informazioni attendibili e accurati da utilizzare nel loro lavoro. Ci scrivono moltissimi appassionati di sport che ci fanno i complimenti e addirittura giornalieri sono gli scambi di informazioni e materiali tra nostri ex atleti e la redazione. Siamo stati invitati a parlare di Lazio sulle reti RAI, ci hanno dedicato numerosi articoli i maggiori quotidiani italiani, siamo stati relatori in convegni di argomento sportivo e storico. Nessuna altra società sportiva possiede, nel mondo, una quantità di dati e immagini pari a quella presente su LazioWiki.

Possiamo, senza peccare di immodestia, affermare che da quando LazioWiki è online si è portato alla luce almeno il 70% della storiografia laziale, a partire dai Fondatori fino ai giorni nostri. Abbiamo anche pubblicato tre libri (il quarto uscirà a breve) di grande successo editoriale: il primo è "Dal Tevere al Piave – 1915-18 – Gli atleti della Lazio nella Grande Guerra", che ha venduto circa 3.000 copie e che racconta con accuratezza le vicende umane e sportive dei 32 atleti biancocelesti caduti nella Prima Guerra Mondiale. La storiografia ufficiale della Lazio si era fermata a soli 7 nomi. Il secondo è incentrato sulla figura del mitico e insuperato portiere della Lazio Ezio Sclavi, di cui si sono analizzate la vita e le opere di pittura, in quanto, oltre che splendido atleta, è stato uno dei maggiori esponenti della "Scuola Romana". Il terzo "Coppi 1945 - Una primavera a Roma" che ricostruisce l'anno passato nella capitale dal Campionissimo che riprese a correre con una bicicletta Nulli e grazie alla Lazio che lo tesserò.

Sempre con maggior frequenza, infatti, registriamo che vari "corsari da tastiera", presi da una inestinguibile sete di notorietà, sfruttino e saccheggino senza alcun rispetto il lavoro di coloro che per primi e con fatica quel lavoro hanno intrapreso. La prassi è sempre la stessa: sui loro siti e nei loro libri, in cui il biancoceleste è prevalente, riportano dati, cifre, racconti, eventi, fotografie, tratti il più delle volte dalle 23.000 pagine e dai 120.000 documenti iconografici dell’Enciclopedia LazioWiki, a volte tramite parafrasi, ciò che è pubblicato da LazioWiki su tale tema. Queste procedure corsare non avrebbero nessuna rilevanza per noi, anzi allargherebbero la platea di sportivi che conoscono la storia laziale, se non fosse che le informazioni pubblicate sono sempre prive della citazione della fonte: LazioWiki. Questi corsari non solo riempiono di contenuti nostri le loro pubblicazioni, ma non ritengono nemmeno di citarci. Per scrivere "Dal Tevere al Piave" abbiamo impiegato 6 anni per esperire ricerche, studiare, trovare documenti, viaggiare per i Distretti militari di tutta Italia, visitare archivi, contattare discendenti dei caduti, consultare le anagrafiche cimiteriali, inoltrarci nei Sacrari di Guerra, sfogliare migliaia di pagine dei casellari ecc., con l’unico scopo di sottrarre dall’oblio i nomi di quei poveri 32 soldati-atleti biancocelesti che non riuscirono a fare ritorno a casa. Di essi abbiamo narrato con emozione lo svolgersi delle loro vicende umane e sportive e gli abbiamo dato un nome. E così è stato con il libro su Ezio Sclavi e con quello su Fausto Coppi. Sarà così, ne siamo certi, anche con il prossimo nostro libro "Casacche Divise - Gli atleti della Lazio nella seconda Guerra Mondiale".

Adesso che l'editoria biancoceleste è in fermento, tutta tesa a dare alle stampe libri che celebreranno i 120 anni della Lazio, ci auguriamo che questa incessante corsa al ritaglio sul nostro sito abbia un freno, una stasi. Ci crediamo poco ma lo speriamo. Accorgersi che su vari siti si spacci per lavoro proprio ciò che è stato un lavoro nostro è molto avvilente. La nostra opera è a disposizione di tutti gratuitamente. Tuttavia ribadiamo che la nostra unica gratificazione è quella di vederci riconosciute le nostre scoperte. Cosa vi costa citare? Narcisismo, egoismo, abitudine a intraprendere scorciatoie, la vostra proverbiale assenza di cultura in generale e di quella del lavoro in particolare? Con la Lazio ci vivete da decenni, come "corsari" navigate in cerca di navi con un ricco carico da depredare, vi si conosce e il parere dei più su di voi è severo. Eppure, imperterriti, continuate a barare navigando su molti mari burrascosi, ma molto più celesti della vostra incerta benché declamata fede sportiva. Siete tanti e vi somigliate, forse è per questo che vi si riconosce facilmente.

LazioWiki in dodici anni non ha mai sollevato alcuna polemica. Ora state esagerando. Non tollereremo più i vostri comportamenti: di avvocati e di prove ne abbiamo in abbondanza.




Entra nel sito