Trattoria dell'Olmo


Una rara foto della Trattoria dell'Olmo.La foto è del 1906 in quanto è visibile il tram che conduceva a Civitacastellana. Tale linea ferrotramviaria fu creata infatti nel 1906 e aveva il capolinea in Piazza della Libertà
dal Messaggero del 12/10/1905
La Trattoria dell'Olmo è indicata con la freccia azzurra. La foto è del 1900

La Trattoria dell'Olmo il cui nome ufficiale era "La Sora all'Olmo", alla fine della Via Angelica (oggi Viale Angelico), era un luogo di ritrovo dei soci biancocelesti nei primissimi anni di vita della società. Era ubicata circa 150 m oltre Piazza Maresciallo Giardino, all'altezza dell'odierna piscina scoperta. Il proprietario era Luigi Tognacci*, la cuoca era la "sora Rosa", moglie di Luigi, mentre il figlio serviva a tavola. L'insegna, oltre al nome della trattoria, portava la scritta "Cuccagna dei canottieri". In essa fu consegnata, il 24 ottobre 1904, al neo presidente Fortunato Ballerini la bandiera ufficiale della società da parte della signora Anna Tobia, moglie del socio fondatore Galileo Massa, che l'aveva confezionata personalmente. Da sottolineare che sull'asta della bandiera vi era un nastrino biancoverde a ricordare il recente assorbimento da parte della Lazio della Società Ginnopodistica Esperia che portava tali colori. La Via Angelica correva alla destra di Piazza d'Armi e congiungeva, con un percorso rettilineo, Ponte Milvio con Porta Angelica, oggi non più esistente, che si trovava sul tratto di Mura Leonine prospiciente l'attuale Piazza Risorgimento. La Trattoria dell'Olmo fu demolita nel 1935.



  • Luigi Tognacci fu il rappresentante degli osti di Roma nord che contrastarono la minacciata chiusura della ferrotramvia Piazza della Libertà-Civita Castellana, richiesta dai potenti abitanti dei palazzi del Lungotevere prospicienti la linea che pativano un forte inquinamento acustico-ambientale dovuto al passaggio dei mezzi. Gli osti delle tante trattorie poste lungo il percorso chiesero addirittura un potenziamento dei treni in quanto ciò favoriva i loro affari. Una fermata del treno era posta proprio davanti l'ingresso della Trattoria dell'Olmo.




In questa pianta di inizio secolo è rappresentato il terminale di via Angelica fuori Porta Angelica. Quasi alla fine della via vi era la trattoria dell'Olmo ben individuabile in pianta
Una vista aerea dell'area Foro Mussolini-Via Angelica. Nel cerchio la Trattoria dell'Olmo. La foto risale al 1933



Un vivace ed esauriente articolo tratto dalla "Strenna dei Romanisti" 2^ parte del 2005. L'autore è Stefano Panella
v. a lato



Torna ad inizio pagina