Farneti Umberto


Fu il danaroso presidente dell'Alba, squadra che negli anni 20 contese alla Lazio la supremazia calcistica a Roma e che, allontanatosi dalla società romana, divenne agli inizi del 1929 il prezioso consulente privato del presidente laziale Zenobi. Restò in carica pochi mesi e il 10 ottobre 1929 si dimise. Era il proprietario di una nota enoteca al centro di Roma e commerciava in vino. Era soprannominato Il guercio. In gioventù era stato un valido podista.j