Domenica 9 aprile 1972 - Monza, stadio G.A. Sada - Monza-Lazio 0-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

9 aprile 1972 - 1721 - Campionato di Serie B 1971/72 - XXVIII giornata - calcio d'inizio ore 14.30

MONZA: Cazzaniga, Viganò, Piampiani, F.Fontana, Trebbi, Dehò, Sanseverino, Pepe, Bertogna, Caremi, Ballabio. A disp. Evangelista, Bissi. All. Viviani.

LAZIO: Bandoni, Facco, Papadopulo, Wilson, Polentes, Martini, Massa (64' Nanni), Fortunato, Abbondanza, Moschino, Facchin. A disp. Di Vincenzo. All. Maestrelli.

Arbitro: Panzino (Catanzaro).

Note: giornata fredda con vento fastidioso, terreno in discrete condizioni. Presente in tribuna l'ex allenatore biancoceleste Todeschini. Calci d'angolo: 4-3 per il Monza.

Spettatori: 3.594 paganti e 850 abbonati per un incasso di £. 5.091.000. Sugli spalti un centinaio di tifosi laziali con gli striscioni del Circolo di Milano e di quello del Vescovio-Salario.

Un'uscita di Cazzaniga
Facchin impegna il portiere brianzolo
Il titolo del Messaggero del 10/04/72
Abbondanza prova la conclusione

E' un pareggio che accontenta le due formazioni al termine dei novanta minuti di gioco, ma che fa indispettire il pubblico accorso e i giornalisti in tribuna stampa per via di una partita giocata a ritmi blandi e per le scarse emozioni procurate. Un punto che serve ai padroni di casa impegnati nella lotta salvezza e un punto che mantiene la Lazio nei piani alti della classifica. L'inizio vede prevalere i biancocelesti con il portiere brianzolo prima impegnato in uscita sui piedi di Facco e quindi in una deviazione su conclusione di Wilson. Ancora al 17' Cazzaniga deve uscire su pericoloso cross di Fortunato e quindi bloccare un bel diagonale di Massa. Viviani sprona i suoi dalla panchina e i biancorossi cominciano ad impensierire la retroguardia romana. Su cross di Bertogna, Ballabio di testa impegna Bandoni e allo scadere un velenoso tiro di Pepe viene alzato in angolo dall'attento numero 1 biancoceleste. Nella ripresa le due squadre scendono in campo senza voglia e la partita scivola presto nel grigiore più assoluto. Solo due grossolani errori della difesa laziale favoriscono due occasioni per il Monza. La prima, a seguito di un disimpegno errato di Facco, non è concretizzata da Ballabio che spara addosso a Bandoni, la seconda, dopo un pasticcio di Wilson, vede ancora Ballabio fallire con un tiro sopra la trasversale. La Lazio conquista il sesto risultato utile consecutivo e da quattro turni conserva la sua porta inviolata. L'attenzione si sposta all'impegno della domenica successiva dove all'Olimpico scenderà la Reggiana che occupa il terzo posto in classifica con un punto di vantaggio sui ragazzi di Maestrelli. Chinaglia è ormai pronto al rientro e in lui si basano le speranze nel rush finale del campionato.