Domenica 24 maggio 1942 - Roma, stadio del P.N.F. - Lazio-Roma 1-1: differenze tra le versioni


 
(Una versione intermedia di uno stesso utente non è mostrata)
Riga 22: Riga 22:
  
 
L'inizio della gara vede la Roma più propositiva e aggressiva nei confronti di una Lazio, racchiusa in difesa. Al 3' Coscia sfiora il goal con un bel tiro dalla distanza e al 5' Pantò, imbeccato da Borsetti, manca la sfera che colpisce Fazio e torna tra i piedi dell'estrema giallorossa che spedisce in rete da pochi passi. La Lazio sembra svegliarsi dal torpore e al 25' Piola, su cross di Monza, sfiora il pareggio. Il primo tempo termina senza altre emozioni e fa registrare soltanto una prevalenza territoriale dei biancocelesti che non porta però a nulla di concreto. Il centrocampo laziale, impostato su Flamini, Baldo e  Ramella, controlla agevolmente le iniziative giallorosse ma appare troppo statico e lento in fase offensiva. I primi 20 minuti della ripresa vedono soltanto un tiro di Flamini che rasenta il palo alla sinistra di Masetti e un paio di contrattacchi romanisti non concretizzati dal velocissimo Amadei. Al 25' Pisa fa spiovere un cross sulla testa di Piola che, pressato da Brunella, manca il pallone che raggiunge Puccinelli. La piccola ala  colpisce al volo e sorprende un immobile Masetti. Il caldo asfissiante condiziona le squadre che sembrano ambedue paghe del risultato di parità. Il pallone staziona a centrocampo e persino gli attaccanti ripiegano senza mai provare l'affondo. Si registra  al 38' una mischia in area laziale che Fazio risolve con un provvidenziale rinvio e un tiro dalla distanza di Baldo che viene parato a terra da Masetti. Il risultato rimane in parità fino alla fine e ciò favorisce sicuramente la Roma nella corsa verso il suo primo scudetto.  
 
L'inizio della gara vede la Roma più propositiva e aggressiva nei confronti di una Lazio, racchiusa in difesa. Al 3' Coscia sfiora il goal con un bel tiro dalla distanza e al 5' Pantò, imbeccato da Borsetti, manca la sfera che colpisce Fazio e torna tra i piedi dell'estrema giallorossa che spedisce in rete da pochi passi. La Lazio sembra svegliarsi dal torpore e al 25' Piola, su cross di Monza, sfiora il pareggio. Il primo tempo termina senza altre emozioni e fa registrare soltanto una prevalenza territoriale dei biancocelesti che non porta però a nulla di concreto. Il centrocampo laziale, impostato su Flamini, Baldo e  Ramella, controlla agevolmente le iniziative giallorosse ma appare troppo statico e lento in fase offensiva. I primi 20 minuti della ripresa vedono soltanto un tiro di Flamini che rasenta il palo alla sinistra di Masetti e un paio di contrattacchi romanisti non concretizzati dal velocissimo Amadei. Al 25' Pisa fa spiovere un cross sulla testa di Piola che, pressato da Brunella, manca il pallone che raggiunge Puccinelli. La piccola ala  colpisce al volo e sorprende un immobile Masetti. Il caldo asfissiante condiziona le squadre che sembrano ambedue paghe del risultato di parità. Il pallone staziona a centrocampo e persino gli attaccanti ripiegano senza mai provare l'affondo. Si registra  al 38' una mischia in area laziale che Fazio risolve con un provvidenziale rinvio e un tiro dalla distanza di Baldo che viene parato a terra da Masetti. Il risultato rimane in parità fino alla fine e ciò favorisce sicuramente la Roma nella corsa verso il suo primo scudetto.  
 
+
[[File:lro42a.jpg|thumb|center|300px|Fasi della gara]]
  
  

Versione attuale delle 20:18, 23 mag 2020

Stagione

Turno precedente - Turno successivo

24 maggio 1942 - 678 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1941/42 - XXVII giornata

LAZIO: Gradella, Romagnoli (II), Monza (II), Fazio, Ramella, Ferri, Baldo, Pisa (I), Piola, Flamini, Puccinelli. All. Popovic.

ROMA: Masetti, Brunella, Andreoli, Donati, Mornese, Jacobini, Borsetti, De Grassi, Amadei, Coscia, Pantò.

Arbitro: sig. Barlassina di Novara - Guardalinee: sigg. Pera e Natalucci.

Marcatori: 5' pt Pantó, 23' st Puccinelli.

Note: giornata caldissima, terreno duro ma regolare.

Spettatori: 27.000.

Piola cerca la via del gol
una fase della partita
La copertina de "Il Calcio Illustrato" dedicata al derby

L'inizio della gara vede la Roma più propositiva e aggressiva nei confronti di una Lazio, racchiusa in difesa. Al 3' Coscia sfiora il goal con un bel tiro dalla distanza e al 5' Pantò, imbeccato da Borsetti, manca la sfera che colpisce Fazio e torna tra i piedi dell'estrema giallorossa che spedisce in rete da pochi passi. La Lazio sembra svegliarsi dal torpore e al 25' Piola, su cross di Monza, sfiora il pareggio. Il primo tempo termina senza altre emozioni e fa registrare soltanto una prevalenza territoriale dei biancocelesti che non porta però a nulla di concreto. Il centrocampo laziale, impostato su Flamini, Baldo e Ramella, controlla agevolmente le iniziative giallorosse ma appare troppo statico e lento in fase offensiva. I primi 20 minuti della ripresa vedono soltanto un tiro di Flamini che rasenta il palo alla sinistra di Masetti e un paio di contrattacchi romanisti non concretizzati dal velocissimo Amadei. Al 25' Pisa fa spiovere un cross sulla testa di Piola che, pressato da Brunella, manca il pallone che raggiunge Puccinelli. La piccola ala colpisce al volo e sorprende un immobile Masetti. Il caldo asfissiante condiziona le squadre che sembrano ambedue paghe del risultato di parità. Il pallone staziona a centrocampo e persino gli attaccanti ripiegano senza mai provare l'affondo. Si registra al 38' una mischia in area laziale che Fazio risolve con un provvidenziale rinvio e un tiro dalla distanza di Baldo che viene parato a terra da Masetti. Il risultato rimane in parità fino alla fine e ciò favorisce sicuramente la Roma nella corsa verso il suo primo scudetto.

Fasi della gara