Domenica 23 febbraio 1941 - Milano, Arena Civica – Ambrosiana-Lazio 1-1: differenze tra le versioni


(Una versione intermedia di uno stesso utente non è mostrata)
Riga 7: Riga 7:
 
'''AMBROSIANA:''' Caimo, Buonocore, Setti, Locatelli, Olmi, Campatelli, Ferraris (II), Barsanti, Guarnieri, Candiani, Rebuzzi  
 
'''AMBROSIANA:''' Caimo, Buonocore, Setti, Locatelli, Olmi, Campatelli, Ferraris (II), Barsanti, Guarnieri, Candiani, Rebuzzi  
  
'''LAZIO:''' [[Gradella Uber|Gradella]], [[Ferrarese Renato|Ferrarese]], [[Monza (II) Alfredo|Monza (II)]], [[Gualtieri Salvatore|Gualtieri]], [[Romagnoli (II) Italo|Romagnoli (II)]], [[Ferri Alessandro|Ferri]], [[Zironi (I) Otello|Zironi (I)]], [[Dagianti Vittorio|Dagianti]], [[Piola Silvio|Piola]], [[Flamini Enrico|Flamini]], [[Puccinelli Aldo|Puccinelli]]
+
'''LAZIO:''' [[Gradella Uber|Gradella]], [[Ferrarese Renato|Ferrarese]], [[Monza (II) Alfredo|Monza (II)]], [[Gualtieri Salvatore|Gualtieri]], [[Romagnoli (II) Italo|Romagnoli (II)]], [[Ferri Alessandro|Ferri]], [[Zironi (I) Otello|Zironi (I)]], [[Dagianti Vittorio|Dagianti]], [[Piola Silvio|Piola]], [[Flamini Enrico|Flamini]], [[Puccinelli Aldo|Puccinelli]]. All. [[Canestri Dino|Canestri]].
  
 
'''Arbitro:''' sig. Scorzoni di Bologna
 
'''Arbitro:''' sig. Scorzoni di Bologna
Riga 13: Riga 13:
 
'''Marcatori:''' 12' pt [[Dagianti Vittorio|Dagianti]], 13' st Rebuzzi
 
'''Marcatori:''' 12' pt [[Dagianti Vittorio|Dagianti]], 13' st Rebuzzi
  
'''Note:'''
+
'''Note:''' giornata rischiarata da un pallido sole. Freddo intenso. Terreno scivoloso.
  
 
'''Spettatori:'''
 
'''Spettatori:'''

Versione delle 20:47, 23 mag 2020

Stagione

Turno precedente - Turno successivo

23 febbraio 1941 - 635 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1940/41 - XX giornata

AMBROSIANA: Caimo, Buonocore, Setti, Locatelli, Olmi, Campatelli, Ferraris (II), Barsanti, Guarnieri, Candiani, Rebuzzi

LAZIO: Gradella, Ferrarese, Monza (II), Gualtieri, Romagnoli (II), Ferri, Zironi (I), Dagianti, Piola, Flamini, Puccinelli. All. Canestri.

Arbitro: sig. Scorzoni di Bologna

Marcatori: 12' pt Dagianti, 13' st Rebuzzi

Note: giornata rischiarata da un pallido sole. Freddo intenso. Terreno scivoloso.

Spettatori:

In Libia entra in linea l'Afrika Korps. Mentre in Grecia giungono rinforzi militari dalla Gran Bretagna, a sostegno delle truppe elleniche che combattono nell'Albania meridionale, comprendenti 100.000 uomini, 240 pezzi di artiglieria, 224 cannoni e 142 carri armati. Nella Somalia meridionale truppe inglesi occupano Mogadiscio.


L'aver saputo evitare la sconfitta, è stato ieri per l'Ambrosiana un mezzo miracolo e ciò la intendere quale gioco sconclusionato e scadente abbia svolto la squadra nerazzurra, assolutamente irriconoscibile; L'attacco dell'Ambrosiana, come riparto organico, non è esistito. Dell'Ambrosiana si sono salvati i terzini ed a tratti Locateli!, Olmi e Guarnicri; in regresso di forma Candiani, lento ed impacciato Barbanti, spaesato Ferraris nel ruolo di ala destra, tenuto nel primo tempo.

La riserva Rebuzzi ha fatto quello che ha potuto ed è stato l'autore del gol del pareggio; il più volitivo 6 apparso Guarnicri, ma di scarso profitto. La Lazio, intravista la possibilità del successo, ha, centuplicato le sue forze, mostrando un Piola più sveglio del solito, benchè poco coadiuvato specialmente sulla sinistra.

Dopo una serie di attacchi alterni inconcludenti, la Lazio si è portata in vantaggio al 12' del primo tempo con un tiro sferrato a Dagianti fuori dell'area di rigore. Il pallone ha battuto per terra un paio di metri prima della porta ed è schizzato in rete, scavalcando il portiere.

Messa alla frusta per recuperare il terreno perduto, la Ambrosiana ha messo in vista le gravi insufficenze che dovevano rendere assai difficoltoso il suo compito. Soltanto al 13' della ripresa un centro di Candiani, che sembrava dovesse essere raccolto da Guarnieri, giungeva a Rebuzzi, mentre il portiere si slanciava incontro al centravanti: il tiro dell'ala forzava la porta incustodita. Proprio negli ultimi minuti un brutto fallo su Rebuzzi a pochi metri dalla porta non veniva rilevato dall'arbitro, il quale però nel primo tempo si era mostrato tollerante in occasione di due falli analoghi. commessi dai difensori dell'Ambrosiana.







Torna ad inizio pagina